La generazione dell'orario

La generazione


GUARDA IL VIDEO

Attraverso il pulsante Genera in pochi secondi il software restituisce la turnazione mensile tenendo conto dei parametri inseriti e dei vincoli contrattuali.

Le informazioni necessarie per poter correttamente generare un tabellone dei turni sono:

  • Numero di dipendenti da turnare;

  • Tipologia del contratto di lavoro (anche più di uno... ad esempio i part-time) da abbinare ai relativi dipendenti;

  • Turni di lavoro (ora di inizio e di fine di ciascun turno);

  • Carichi di lavoro (quante persone desideriamo al lavoro in un determinato turno in un determinato giorno);

Ad esempio ipotizziamo una azienda che abbia 30 dipendenti full time (con il contratto collettivo nazionale del terziario che prevede 40 ore settimanali) e 20 dipendenti part time verticale 24 (con il contratto che prevede 24 ore settimanali) per un totale quindi di 50 dipendenti.

Supponiamo anche che i turni di lavoro applicati da questa azienda siano:

  • la mattina -  dalle 06:00 alle 14:00;

  • il pomeriggio -  dalle 14:00 alle 22:00;

  • la notte -  dalle 22:00 alle 06:00.

Ipotizziamo infine che il direttore del personale desideri al lavoro dal lunedì al venerdì 15 persone al turno di mattina, 15 persone al turno di pomeriggio e 10 persone al turno di Notte e che invece il sabato e la domenica ne desideri al lavoro solamente 2 al turno di mattina, 2 al turno di pomeriggio e 1 al turno di Notte.

Quindi i dati da inserire nel software sono:

  • Dipendenti da turnare: 50

  • Tipologia dei contratti:
    un contratto full time 40 e un part time 24

  • Turni di lavoro:
    - Mattina 06:00/14:00;
    - Pomeriggio 14:00/22:00;
    - Notte 22:00/06:00.

  • Carichi di lavoro:
    - Lun/Ven - 15/15/10 - Mat/Pom/Not
    - Sab/Dom -  2/2/1 - Mat/Pom/Not

A questo punto, dopo aver inserito queste informazioni (meno di 2 minuti di lavoro, cronometro alla mano) si può procedere alla generazione cliccando sull'apposito tasto "Genera".

Il software in pochi secondi restituisce il tabellone turni assegnando a ciascun dipendente i turni di lavoro da svolgere durante il mese nel pieno rispetto delle leggi vigenti, dei contratti collettivi e di tutte quelle modifiche inserite per personalizzare, in base alle nostre esigenze, la turnazione (si intende ad esempio l'inserimento anticipato del piano ferie, o una improvvisa malattia/gravidanza, oppure la gestione programmata dei permessi retribuiti. Il software, nella conseguente generazione, terrà conto di queste esigenze estemporanee e provvederà a completare il tabellone turni rispettando il livello di staffing stabilito).


GUARDA IL VIDEO

Impostazione parametri e vincoli di generazione

TurnMaster permette, al fine di generare turni qualitativamente più favorevoli per il dipendente, l'imposizione di vincoli aggiuntivi a quelli già definiti dal contratto. Attenzione, ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni... in altre parole, più parametri si inseriscono/modificano, meno probabilità di trovare soluzioni legali avrà il software.

Se il programma non riuscisse a trovare una soluzione compatibile con i vincoli impostati, saremo costretti a rinunciare ad alcuni di essi. Agire sulle caselle di controllo per impostare i parametri desiderati

  • 24+11: Obbliga il software durante la generazione a cumulare il riposo settimanale (24 ore) con un riposo giornaliero (11 ore) per ottenere un periodo di riposo pari a 35 ore consecutive. Alcuni accordi contrattuali, al fine di permettere un migliore recupero psico-fisico del lavoratore a turni, impongono questo vincolo.
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Equilibra per tipo turni durante le serie lunghe: Nel caso in cui non sia gradito che, dopo una generazione, il risultato ottenuto presenti delle serie lunghe e ripetitive di turni, allora può essere utile attivare questo parametro il cui obbiettivo è cercare di interrompere le suddette serie.
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Evita mattina dopo "Notte – Riposo": Utilizzando questo parametro, il software cercherà una soluzione che eviti la sequenza notte-riposo-mattina, prendendo quindi in considerazione, a patto di non avere altri vincoli impostati, un turno pomeridiano, una notte o un ulteriore riposo. Il software interpreta come turni notturni tutti i turni che, nell'intervallo dalle 22:00 alle 06:00, durano almeno 6 ore (modificare questi valori nel pannello "Preferenze" del menù "File").
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Evita notte prima di "Riposo – Notte": Utilizzando questo parametro, il software cercherà una soluzione che eviti la sequenza notte-riposo-notte, prendendo quindi in considerazione sequenze diverse. Il software interpreta come turni notturni tutti i turni che, nell'intervallo dalle 22:00 alle 06:00, durano almeno 6 ore (modificare questi valori nel pannello "Preferenze" del menù "File").
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Evita straordinario notturno: Nelle generazioni restituite, il software evita di assegnare in regime di straordinario i turni notturni. Il software interpreta come turni notturni tutti i turni che, nell'intervallo dalle 22:00 alle 06:00, durano almeno 6 ore (modificare questi valori nel pannello "Preferenze" del menù "File").
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Riposo – Riposo: obbliga il software durante la generazione ad assegnare 2 giorni di riposo consecutivi (quindi almeno 48 ore continuative) ogni settimana. Da utilizzare nelle turnazioni che prevedono massimo 5 giorni lavorativi settimanali.
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Massimo numero giorni consecutivi: Per obbligare il software a rispettare il riposo settimanale (ricordiamo che Il Decreto Legislativo dell'8 Aprile 2003, n. 66 al CAPO III (pause, riposi e ferie) Art. 9 recita: «Il lavoratore ha diritto ogni sette giorni ad un periodo di riposo di almeno 24 ore consecutive....») di default questo parametro è impostato a 6. Precisiamo che il programma interpreta questo valore come limite massimo per cui ha facoltà di abbinare anche meno giorni consecutivi di quelli indicati. Impostare un valore più basso se si vuole intervallare con riposi la settimana lavorativa dei dipendenti.
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Massimo numero turni diurni consecutivi dello stesso tipo: Per evitare la ripetizione giorno dopo giorno dello stesso turno diurno consecutivo. Impostare un numero basso se si desidera variare le tipologie di turni (non potendo abbinare turni uguali consecutivamente il software sarà costretto a cambiare tipologia di turno passando ad esempio da un turno di mattina ad uno di pomeriggio). Lasciare il valore 6 (di default) se non è importante variare le tipologie di turni (si consideri che il software interpreta questo valore come limite massimo per cui ha facoltà di abbinare anche meno turni consecutivi di quelli indicati se la soluzione trovata è ritenuta migliore).
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Massimo turni notturni consecutivi: Per evitare la consecutività di turni notturni. Impostare il numero massimo di turni notturni desiderato (si consideri che il software interpreta questo valore come limite massimo per cui ha facoltà di abbinare anche meno turni consecutivi di quelli indicati se la soluzione trovata è ritenuta migliore). Il software interpreta come turni notturni tutti i turni che, nell'intervallo dalle 22:00 alle 06:00, durano almeno 6 ore (modificare questi valori nel pannello "Preferenze" del menù "File").
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.

  • Equilibrio domeniche: Di norma il software cerca di default l'equilibrio dei turni che si effettuano la domenica pertanto non è necessario utilizzare i valori "Se possibile" e "Sempre" che vanno invece impiegati solo nel caso in cui non si è soddisfatti della soluzione restituita. Per avvalersi di questo parametro, è possibile impostare uno dei seguenti valori:
    No: il software non tiene conto di questo vincolo e genera una soluzione che può rispettare o meno l'equilibrio dei turni domenicali.
    Se possibile: il software cerca una soluzione nella quale prova a equilibrare i turni domenicali.
    Sempre: il software cerca una soluzione nella quale sia obbligatorio l'equilibrio dei turni domenicali. 

  • Notte – Riposo – Riposo: Per soddisfare il vincolo di imporre dopo una notte (o una sequenza di turni notturni) due giorni di riposo, è possibile impostare uno dei seguenti valori:
    No: il software non tiene conto di questo vincolo e genera una soluzione che può rispettare o meno il doppio riposo dopo la sequenza di turni notturni.
    Se possibile: il software cerca una soluzione nella quale prova a collocare due riposi al termine della sequenza di turni notturni. Restituisce una soluzione che soddisfa l'esigenza ma all'occorrenza è autorizzato a fare delle eccezioni.
    Sempre: il software cerca una soluzione nella quale siano obbligatori sempre due riposi al termine della sequenza di turni notturni. Il programma restituisce quindi soluzioni, anche miste, che prevedano successioni di questo tipo: Notte-Riposo-Riposo, oppure Notte-Notte-Riposo-Riposo, oppure Notte-Notte-Notte-Riposo-Riposo, ecc.
    Valutare attentamente se utilizzare questo parametro considerando che ogni modifica effettuata nella maschera "Parametri di generazione", restringe il campo delle possibili soluzioni.